Storia

L’Associazione «Amici di Monte Mario» è stata concepita e promossa da Luigi Pallottino. Costituita con atto 28 maggio 1969, rogito notaio P. Fea, persegue finalità di promozione sociale, civica e culturale nell’ambito di un vasto territorio, comprendente più quartieri e centri di zona della periferia nord-occidentale di Roma (Trionfale, Balduina, Belsito, Camilluccia, Farnesina, Ponte Milvio, Cortina d’Ampezzo, Sant’Onofrio, Pineta Sacchetti, Torrevecchia, Case Nostre, Ottavia, Palmarola). Tale territorio, oltre a svolgere principalmente funzioni residenziali per oltre 150.000 persone, presenta molteplici e peculiari motivi di interesse.


L’Associazione è iscritta nel Registro delle Organizzazioni non lucrative di interesse sociale. Luigi Pallottino ne è stato con grande impegno la guida, coprendo per lungo tempo le cariche di Segretario generale e poi di Presidente, fino alla sua scomparsa, avvenuta nel 1999. Attualmente l’Associazione conta circa 300 Soci.
Fin dalla sua costituzione, l’Associazione ha perseguito, con forte determinazione, obiettivi di interesse della collettività nel territorio, con particolare riguardo per la tutela dei beni culturali ed ambientali (si possono ricordare le azioni svolte in relazione alle vicende del Parco di Monte Mario, della Casa degli Spiriti, di S. Maria del Rosario, dello Stadio Olimpico, del Museo Copernicano ed Astronomico) e degli interessi diffusi della cittadinanza (ben rappresentativa, al riguardo, l’azione svolta per la ristrutturazione della tratta urbana della ferrovia Roma-Viterbo, oggi FL3).


La creazione di esaurienti archivi relativi alla storia del territorio, nei suoi molteplici aspetti, è stata fin dalla costituzione un impegno fondamentale dell’Associazione, con la finalità di consentirne la fruizione agli studiosi ed alla cittadinanza tutta. Il materiale raccolto si articola in un archivio cartaceo (circa 60 cartelle nelle quali sono raccolti periodici, relazioni, progetti, mappe del territorio, atti amministrativi, manoscritti, altri documenti – originali e in copia – relativi ad aspetti ambientali, urbanistici, tecnici, architettonici, sociali, politici ecc. del territorio di Monte Mario) ed in un archivio fotografico (circa 5000 immagini, che documentano compiutamente l’intero periodo 1880-2016). Ambedue gli archivi vengono continuamente incrementati e sono oggetto di un complesso lavoro di classificazione.


Dal 1999 l’Associazione è impegnata, in collaborazione con la Sovraintendenza Capitolina – Ufficio Ville e Parchi Storici, nella realizzazione del Centro di Documentazione, che dovrà aver sede dei cinquecenteschi Casali Mellini, una parte dei quali è stata assegnata a tal fine all’Associazione. L’Associazione metterà a disposizione degli studiosi e del pubblico il materiale in suo possesso e gestirà per il Centro la donazione offerta dal suo fondatore Luigi Pallottino al Comune di Roma (costituita da circa un centinaio di stampe (dal XV al XX secolo) sui luoghi di Monte Mario, da una significativa biblioteca romana (circa 1000 volumi ed alcune raccolte di periodici) e da una raccolta di cartoline storiche su Monte Mario.


L’Associazione pubblica il periodico “Monte Mario”, giunto al 51° anno, con funzioni di informazione locale, di promozione della cultura del territorio, di cura degli interessi civici e sociali della popolazione. È stato inoltre istituito un sito Internet (www.montemario.org), attualmente in fase di ristrutturazione, al fine di articolarlo in tre aree, dedicate alle attività dell’Associazione, alla pubblicazione on line di “Monte Mario” e alle informazioni di pubblica utilità.


Sono stati organizzati vari convegni e mostre. Tra i convegni più rilevanti si possono menzionare quelli su “Decentramento amministrativo a Roma” (1981), su “Ferrovie a Monte Mario” (1990), “La progettazione del futuro urbanistico nel settore Nord-Ovest di Roma” (1995), “Per una buona informazione locale” (2001). Tra le mostre “Monte Mario e le origini dell’Aeronautica” (1977) e “Monte Mario tra cronaca e storia” (1991), basata su 90 grandi pannelli fotografici, con immagini spesso molto rare dei luoghi e delle vicende del territorio; di tale mostra è stato pubblicato un ampio catalogo.


È stata sempre data grande attenzione ai rapporti con le scuole locali, sviluppando varie iniziative, sia per l’obiettivo diretto di integrare la formazione dei giovani con la conoscenza del territorio in cui vivono, sia per la funzione generale di riferimento ed aggregazione sociale che hanno le Scuole.
Merita di essere ricordata anche la messe di iniziative culturali offerte alla cittadinanza, consistenti in visite guidate di mostre, monumenti, zone archeologiche e impianti pubblici, in viaggi di interesse turistico-culturale, in conferenze e dibattiti, ecc..


Fin dall’anno del Giubileo del 2000 l’Associazione ha avviato molteplici iniziative tese a valorizzare la parte urbana della via Francigena, coincidente con la via Trionfale. Ogni anno viene organizzata una camminata rievocativa e in più occasioni si sono tenuti eventi di accoglienza di gruppi di pellegrini.


È infine oggetto di studio un’iniziativa mirata alla collaborazione tra quartieri di diverse città europee, al fine di valutare ed attuare metodologie di promozione della cultura locale.

GDPR Cookie Consent with Real Cookie Banner